top of page

Percorsi di Gusto: terza tappa nel Paese degli Archi di Pasqua.

I Grandi Vini Siciliani hanno incontrato gli Antichi Sapori di San Biagio Platani nella serata del 12 maggio 2023 presso il "Ristorante Sport". L'evento è stato organizzato in collaborazione tra i soci Francesco Cipolla e Marcello Di Franco ed il Consiglio Direttivo della Condotta Monte Sicani che per l'occasione è stato rappresentato da Tonino Rizzico e Pasquale M. Marino.


In foto (da sx): Francesco Cipolla, Pasquale M. Marino, Tonino Rizzico, Marcello Di Franco.


Numerosi sono stati i Soci intervenuti ed anche tantissime sono state le nuove adesioni a Slow Food provenienti dai paesi dell'interland occidentale dei Monti Sicani.

Ben 6 sono stati i vini siciliani che la Condotta ha selezionato ed ha messo a disposizione gratuitamente per la serata, si tratta di 4 vini della DOC Sicilia (Lu Patri CDC, Don Antonio di Morgante, Maria Costanza Rosso di Milazzo, Duca Enrico di Duca di Salaparuta), 1 vino della DOC Faro (Le Casematte) e 1 Vino liquoroso (Marco De Bartoli Vecchio Samperi).


In foto da sx: Tonino Rizzico, Francesco Cipolla, Borina Messina*, Marcello Di Franco, Salvatore Di Piazza, Biagio Midulla*, Pasquale M. Marino. (*gli Osti).


Per l'occasione è stato preparato un menù a base di ingredienti e ricette locali sambiagesi dove il protagonista principale è stato il Pistacchio (coltivato nelle campagne di San Biagio Platani fin dall'antichità), il miele, le carni locali e le verdure spontanee magistralmente preparate dagli Osti e coniugi Borina Messina e Biagio Midulla che hanno saputo magistralmente interpretare il seguente menu:


Gli antipasti

Tagliere con Formaggio di Vacca Modicana (Presidio Slow Food)

Formaggi locali di Gialdonieri con Pistacchio della Valle del Platani e Salame suino di “la Salina”***

Verdure selvatiche ammuddicati

Ricotta di vacca con miele Sicano e granella di Pistacchio Valle del Platani*

Cece Rosso di Cianciana al profumo di Alloro e Cuddura atturrata**

Polpette di pane alla Sammrasisa


Il primo

Tagliatelle di Borina con farine locali al ragù di salsiccia di maiale e finocchietto di Garipi


Il secondo

Bollito alla Biagione con carne di vitello locale***

Trippa di lu Zì Filippu


La frutta

Arancia del Turvoli con miele millefiori sicano e granella di Pistacchio Valle del Platani


Il dolce

Marmurata scomposta


I Vini

Sicilia DOC Lu Patri CDC, Faro DOC Casematte, Sicilia DOC Don Antonio Morgante, Sicilia DOC Maria Costanza Rosso Milazzo, Terre Siciliane IGT Duca Enrico.

Marco De Bartoli Vecchio Samperi


* Prodotto Azienda Di GaLa ** Prodotto Panificio Voglia di Pane *** Prodotto Macelleria Midulla Rosario Prodotto Azienda Mangiapane


Nel corso della serata ci sono stati diversi momenti di confronto sui vini in degustazione, discutendo di diversità territoriale ed ampelografica della Sicilia, di tecniche di coltivazione e di vinificazione, di abbinamenti cibo-vino.


Particolare risalto è stato dato al Pistacchio coltivato a San Biagio Platani, alle sue esclusive peculiarità sensoriali e nutrizionali ed ai sistemi di coltivazione e gestione millenari che hanno riguardato quei pistacchieti secolari e momunentali che qui meritano di essere protetti e valorizzati. Si è anche parlato delle note sensoriali e della sapidità che contraddistingue il pistacchio di San Biagio, tutte caratteristiche correlabili ai suoli fertili, minerali e profondi della serie gessoso solfifera.


In foto: pistacchio di San Biagio Platani con accanto il dolce tipico del paese "La Marmurata" e la "Cuddura"; quest'ultimo è un pane a forma di ciambella lavorata a mano, utilizzato sin dal 1600 per gli archi centrali quando la festa degli Archi di Pasqua ebbe origine.



In foto: zuppa di Cece rosso di Cianciana, antica varietà ormai a rischio di estinzione, coltivata sin dall'antichità nelle campagne di Cianciana ed Alessandria Della Rocca. Per l'occasione è stato testimonial il Sig. Matteo Riggio, uno dei pochi agricoltori custodi rimasti di questa antica varietà di cece rosso.



In foto: la trippa di Lu zi Filippu al sugo e piselli dal campo.



In foto: le tagliatelle di Borina a base di ragù, maiale e finocchietto selvatico di Garipi.


In foto: bollito alla biagione con manzo di vitello locale.


In foto: arancia del Turvoli con miele sicano e granella di Pistacchio della Valle del Platani.


In foto: La Marmurata scomposta, tradizonale dolce di San Biagio Platani.



In foto: La Marmurata scomposta in abbinamento con il Marsala Secco Superiore.


Le congratulazioni per la riuscita della serata sono state unanimi nei confronti degli Organizzatori, degli Osti e dei Membri del Direttivo che hanno promosso ed organizzato questa indimenticabile serata sambiagese dei Percorso del Gusto.


Il cammino continuerà puntando nei luoghi dei Soci e degli Osti della Condotta Monti Sicani al fine di diffondere i valori di Slow Food: Buono, Pulito e Giusto.


Alla prossima!!!



In foto da sx: Francesco Cipolla, Pasquale M. Marino, Marcello Di Franco, Tonino Rizzico e Salvatore Di Piazza.








202 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page